Affitto appartamenti e case vacanze

Il blog di eurodomus.org nato per raccontare le nostre vacanze e scambiarci consigli utili

By

Il mercato immobiliare sul litorale teramano

In questo 2017, uno dei mercati che ha ripreso a correre è sicuramente il mercato immobiliare. Questo in tutta Italia, ma con la stagione estiva, dalla primavera si è verificato un forte aumento della compravendita di case vacanze nelle località di villeggiatura.

A questo proposito le coste abruzzesi rappresentano sicuramente un ottimo approdo per le vacanze al mare. Perché non approfittare di una rilassante vacanza, magari pensando anche al futuro, investendo proprio in un bell’appartamento in Abruzzo?

Tra le località più belle della regione spicca Giulianova in provincia di Teramo con spiagge infinite e mare molto pulito, tanto che viene insignita anche del premio Bandiera Blu. In questa città si possono trascorrere giorni di puro relax e divertimento, avendo tutte le comodità che ogni città offre. Perché non pensare dunque ad acquistare una bella residenza estiva?

Proprio in Abruzzo sta aumentando a dismisura il mercato immobiliare turistico, con molti acquisti di case vacanze per ogni tipo di nucleo familiare. Gli appartamenti per vacanze sulla costa abruzzese sono sempre più richiesti, e nel lungo termine, oltre ad essere un vero affare, sono anche molto comodi per trascorrere le vacanze estive.

Con il caldo, infatti, un appartamento vicino al mare è davvero meraviglioso, sia per respirare la fresca brezza, sia per la comodità di poter scendere ed in pochi minuti raggiungere le spiagge.

Una vacanza al mare è sempre la scelta giusta, sia per i grandi che per i più piccoli. Questi ultimi infatti potranno divertirsi costruendo castelli di sabbia, mentre i genitori si potranno abbronzare al sole.

Grazie allo sviluppo del mercato immobiliare sarà sempre più facile trovare la casa vacanze dei sogni, per godersi il mare in ogni stagione dell’anno, sia in estate per abbronzarsi, sia in inverno per lasciare il freddo cittadino e svernare sulle coste.

Anch’io mi concederò presto qualche giorno di relax sulle coste teramane per ricaricare le energie e prendere un po’ di abbronzatura.

Buone vacanze estive a tutti!!

By

Mare, scogli, acqua pulita e fresca

Anche per quest’anno, sia pure un poco in ritardo rispetto alla consueta tabella di marcia, il primo bagno è stato fatto. La location questa volta è stata la “prima cala” a Molfetta, tra timidi raggi di sole, leggera brezza, alcune persone in acqua e molte altre spalmate sugli scogli.

Erano giorni che desideravo farlo e, finalmente, la scorsa settimana, mi sono concesso al mare con temperatura accettabile e sorriso sulle labbra. La stagione dunque, anche se il tempo si diverte ad essere bizzarro, è ufficialmente aperta, lo scoglio attende la gente per permetterle di straiarsi e magari un pò di comportamenti un tantino più civili ce li si aspetta dai bagnanti. Spero che il caldo (non torrido) inizi ad essere costante e noi con lui nell’andare a stringere vecchi rapporti con l’acqua.

Un augurio di spendida estate per tutti.

By

Non è mai troppo freddo per pensare al mare

Non è mai troppo freddo per pensare al mare

Finalmente siamo nel 2016, sospirato, desiderato, atteso….. è arrivato.

E scommetto con una certa sicurezza che più di una persona, coppia, famiglia, non vede l’ora di accordarsi per una piccola o degna prenotazione per qualche giorno in un’atmostera familiare, accogliente, che possa far sentire carini alcuni giorni di assoluto relax, fuori dai ritmi lavorativi, di traffico che accomunano un normale periodo lavorativo, lontano dalle ferie.

Ognuno di noi sceglierà quale possa essere il periodo più indicato, quale il budget più vicino alle proprie possibilità e quale luogo più vicino alle esigenze od ai ricordi.

Ebbene, io mi concederò a Santa Maria di Leuca dove ho bellissimi ed indimenticabili ricordi.
Ma quest’anno sarà speciale perchè oltre alla mia dolcissima compagna potrerò con me/noi le due dolcissime bambine che tanto bene ci vogliono e che tanto amore meritano.
Inoltre a Santa Maria di Leuca il mare è splendido (so di non dire nulla di nuovo), la gente speciale, si mangia benissimo e i prezzi sono davvero ragionevoli.

Che dire, sono felice di tornarci (disponibilità di alloggio permettendo) e quasi quasi faccio il conto alla rovescia…

Sono felicissimo di aver conosciuto quel posto, felicissimo di tornarci e di reincontrare Paolo Casolaro al suo Case Vacanza Pajara Salentina dove consiglio un soggiorno.

Buon anno e buona estate

Saremo li a Luglio carissimo Paolo!!!

By

Ho fatto il primo bagno della stagione

Gavetone 009(11)Sembrerà una cosa molto banale ma in effetti non è proprio così. La stagione regala i primi tepori, i primi desideri di acqua di mare, pensieri di vacanza e perchè rinunciare ad un bagno nell’acqua fresca? Lo scorso anno a causa di un piccolo incidente di percorso ho rischiato di compromettere quest’estate ma la fortuna e le fede sono stati immensi ed eccomi ad assaporare nuovamente il mare, con tutti i suoi ricordi, le sue emozioni, le sue prospettive per una stagione che anche quest’anno si farà ricordare allontanando i ricordi di un inverno rigido, stretto tra le mura di casa ed avvolto, quando serve, nelle coperte.

Trasportati da una stagione che vorrà vederci e sentirci salati auguro di trascorrere un’estate speciale, fare tanti bagni, rispettare le nostre coste evitando di:

  • schiamazzare senza motivo
  • lasciare avanzi di pranzi/cene in spiaggia
  • lasciare mozziconi di sigaretta
  • lasciare rifiuti di ogni tipo

Buona estate per tutti.

By

Molfetta e la spiaggia Gavetone

Triste primato di una città di mare a nord di Bari. Una città che vive di pesca e che si affaccia su una costa piena di bombe sia convenzionali che che chimiche. I pescatori sono esausti, i diportisti ed i bagnanti preoccupati per la propria salute.

By

Santa Maria di Leuca

Se sei alla ricerca di scogliere alte, anche altissime, da cui tuffarti, da cui godere dell’acqua verde cristallina e di una realtiva confusione intorno, Santa Maria di Leuca ti soprenderà. Punta estrema della Puglia, frazione di Castrignano del Capo, Santa Maria di Leuca ti colpisce non solo per il mare in se per se, ma anche perchè è la punta estrema del continente dove Adriatico e Ionio si incontrano per accarezzare la spettacolare terra del salento. E’ il luogo ideale se si desidera stare sugli scogli senza l’eccessivo caos delle spiagge di sabbia. La scogliera di Santa Maria di Leuca è sufficientemente “scomoda” da scoraggiare il turismo di massa, lasciando spazio alla “creatività organizzativa” ed alle tecniche di sopravvivenza per resistere agli scogli appuntiti. Non da meno il cibo, tra barbecue, rustici e pasticciotti ho deciso di trascurare la mia dieta e lasciarmi andare a qualche abuso genuino.

Alloggi praticamente a due passi dal mare

Spostati di pochi chilometri e incontra il gusto della Farmacia dei Sani.

Santa Maria di Leuca Santa Maria di Leuca Santa Maria di Leuca Santa Maria di Leuca Santa Maria di LeucaLa Farmacia dei Sani

By

La notte della taranta 2013

Si svolgerà ad agosto in varie città del Salento il più importante festival musicale interamente dedicato alla pizzica salentina, “La Notte della Taranta“, giunto alla tredicesima edizione.

Il festival, organizzato e promosso dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Lecce, dalla Fondazione La Notte della Taranta, dall’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina e dall’Istituto Diego Carpitella, si concluderà con il grande Concertone di Melpignano che quest’anno sarà diretto dal Maestro Ludovico Einaudi.

La “pizzica” rappresenta una musica particolare con cui si svolgeva un antichissimo rituale impartito per sconfiggere il morso immaginario della tarantola. Secondo la tradizione, per salvare la vittima, venivano suonati incessantemente i tamburelli ad un ritmo vorticoso affinché l’incantesimo fosse sciolto. Il suono incessante dei tamburelli era accompagnato da un ballo ripetitivo ed ossessivo al fine di rendere inefficace il veleno.

Questa tradizione ha dato vita a straordinari collegamenti come quello fra la musica colta e la tradizione popolare attraverso l’incontro dell’Ensemble La Notte della Taranta con l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Lecce.

 

By

Dormire a Molfetta

Finalmente negli ultimi anni a Molfetta vi è una maggiore attenzione da parte degli imprenditori a realizzare strutture ricettive che permettano di alloggiare in bed & breakfast, resort, hotel a prezzi di varia fascia.

Di seguito alcune segnalazioni:

By

Frattura – Parco Nazionale d’Abruzzo

Sono stato con un gruppo di amici a Scanno, facendo alcune puntatine a Pescasseroli, Sulmona, Villetta Barrea, Civitella Alfedena. Escursioni in mountan bike a Frattura dove mi è capitata la cosa più “dolce”. Arriviamo in questo posto distrutti dalla salita ma frizzanti per la temperatura. Ci guardiamo intorno alla ricerca di un bar o comunque di qualsiasi cosa avesse le sembianze di un punto ristoro. Ma nulla. Allora senza perderci d’animo chiediamo ad un passante dove è possibile consumare qualcosa e lui, con tutta calma, ci consiglia di chiedere ad un vecchietto seduto li vicino. A quel punto andiamo dal vecchietto facendo la stessa domanda e li inizia lo stupore. L’anziano ci dice che può provvedere personalmente con qualcosina senza esagerare e ci ospita in una veranda meravigliosa a strapiombo sul lago. Roba che in una città differente ci avrebbero chiesto 50 euro a testa solo per la location. Insomma… non mi dilungo… aperitivo classico con analcolico e stuzzichini in un posto mozzafiato…. DUE EURO!!!!!! Da non crederci. Ma soldi a parte, la gentilezza, la semplicità e la genuinità della gente del luogo è unica e lascia il segno.

By

Parco Nazionale d’Abruzzo

Una delle località turistiche più importanti del Parco Nazionale d’Abruzzo è il comune di Pescasseroli. Pescasseroli offre ai turisti un’ottima ricettività e dispone di un centro visitatori nel quale è possibile conosce ed incuriosirsi per tutta la fauna del parco. Centri di interesse per soggiornare all’interno del Parco sono: Bisegna, San Sebastiano, Gioia Vecchio, Opi, Alfedena, Villetta Barrea e Barrea, Civitella Alfedena, Alfedena e Scontrone. In alcune località sono presenti delle aree faunistiche con annessi musei. E’ possibile scoprire gli animali che vivono nel parco nazionale come: il lupo e la lince (Civitella Alfedena), l’orso bruno (Villavallelonga) e varie specie di rapaci (Barrea). Il Parco Nazionale d’Abruzzo è una meta turistica adatta a tutte le stagioni ed a tutti i tipi di turismo. Nei mesi estivi è possibile, oltre che godere di una temperatura gradevolissima, organizzare escursioni a piedi, in mountain-bike o a cavallo, anche accompagnati da guide esperte. Nei mesi invernali invece, nei pressi di Pescasseroli, gli amanti dello sci potranno divertirsi su chilometri di piste perfettamente innevate pronte ad accoglierli. All’interno del territorio del Parco Nazionale d’Abruzzo, in ogni centro abitato, sono disponibili numerose proposte di soggiorno: hotels, bed and breakfast, appartamenti in affitto, residence. Le montagne del Parco Nazionale D’Abruzzo, di altezza compresa tra 900 e 2000 mt s.l.m., presentano un paesaggio vario ed interessante che può essere apprezzato per mezzo degli innumerevoli percorsi di trekking disponibili per tutte le esigenze. La zona centrale del Parco d’Abruzzo è percorsa dal fiume Sangro, al quale affluiscono vari torrenti; nella zona più esterna defluiscono, invece, le acque del fiume Giovenco, del Melfa, del Volturno e di altri fiumi. Le acque scorrono molte volte in letti sotterranei e formano risorgive a valle, alcune volte fuori del territorio dell’area protetta. All’interno del Parco Nazionale d’Abruzzo esistono due bacini lacustri: il lago artificiale di Barrea alimentato dal fiume Sangro ed il lago Vivo di origine naturale. Quest’ultimo è situato in una depressione di origine tettonica posta a circa 1.600 m s.l.m. Essendo alimentato in parte da sorgenti proprie ed in parte dallo scioglimento delle nevi, le sue dimensioni seguono andamenti stagionali. Il territorio del Parco Nazionale d’Abruzzo è stato in passato modellato da fenomeni di tipo carsico, oggi testimoniati dalla presenza di circhi glaciali nella parte alta delle vallate, rocce montonate lungo le valli, grotte, fenditure. Le rocce del Parco d’Abruzzo sono per la maggior parte di natura calcarea. Nella zona della Camosciara è presente la dolomia, un tipo di roccia che essendo impermeabile, permette all’acqua di scorrere in superficie dando luogo a pittoresche cascate e pozze d’acqua. Inutile sottolineare che l’aspetto culinario di questa zona ha la stessa rilevanza della zona stessa. Una vacanza al parco equivale ad un filino di pancia in più..ma ne vale la pena.