Affitto appartamenti e case vacanze

Il blog di eurodomus.org nato per raccontare le nostre vacanze e scambiarci consigli utili

By

La Madonna dei Martiri a Molfetta

Il 7 l’8 e il 9 settembre sono i giorni in cui a Molfetta si svolge la Festa Patronale in onore di Maria SS. dei Martiri. Come ogni anno avviene il tradizionale sorteggio del motopesca e la designazione delle due imbarcazioni che lo affiancheranno durante la Sagra a mare dell’8 settembre.
Il tradizionale rito di imbarco della statua della Madonna e la sua navigazione nel porto di Molfetta rappresentano un momento suggestivo intriso di passione e sentimento religioso.

Imbarco della Madonna dei Martiri

Imbarco della Madonna dei Martiri

L’uscita del Simulacro della Madonna come tradizione avverrà alle 15.45 in punto dal molo Pennello e navigherà nelle acque del porto sino alle 20, ora dello sbarco sulla banchina San Domenico.
Una processione alla presenza del clero, delle associazioni religiose e delle autorità civili e militari condurrà il simulacro in Cattedrale. A mezzanotte il consueto spettacolo pirotecnico concluderà la lunga giornata di festeggiamenti.

Il sentimento religioso si unisce alla coreografia fatta di illuminazioni e bancarelle che si stendono per tutta la zona del borgo.

Illuminazione Corso Dante

Illuminazione Corso Dante

Lungo Corso Dante infatti, piazza Garibaldi, e banchina San Domenico protagonista sarà la Fiera del Giocattolo, dell’abbigliamento e di tutto ciò che mai ci si immaginerebbe ti trovare per strada.
L’8 settembre inotre vi è un appuntamento legato ad un’antica tradizione, quella della Fiera del bestiame e attrezzature agricole. Sino ai giorni successivi, inoltre, la località Secca dei Pali, prospiciente la Basilica della Madonna dei Martiri, sarà animata dalle giostre, per un “divertimento” sino a notte inoltrata.

Unica nota personale sta nel non capire come mai, in periodi di crisi, si scelga ancora di investire ingenti somme di denaro per le lunimarie che, sicuramente, potrebbero essere ugualmente belle se meno sfarzose e più rispettose nei confronti della gente bisognosa. Sarebbe più bello investire qualche soldo in meno per illuminare e qualche soldo in più per offrire qualche servizio alla povera gente o, più semplicemente, per portare in piazza spettacoli accessibili a tutti durante la canicola estiva, cosa che ormai pare essere passata in secondo piano dal momento che riempiamo la città di artisti a cui solo una piccola parrte della popolazione può accedervi dato il costo dei biglietti.
Quando ero più piccolo, e lo ricordo molto bene, in città era possibile accedere gratuitamente a tante iniziative e chi non aveva disponibilità economiche partecipava ugualmente senza sentirsi emarginato.
Ma quei tempi forse ormai non li ricorda più nessuno, benchè non siano poi così lontani.

Alloggi per i giorni della festa partonale in provincia di Bari