Affitto appartamenti e case vacanze

Il blog di eurodomus.org nato per raccontare le nostre vacanze e scambiarci consigli utili

By

Parco Nazionale d’Abruzzo

Una delle località turistiche più importanti del Parco Nazionale d’Abruzzo è il comune di Pescasseroli. Pescasseroli offre ai turisti un’ottima ricettività e dispone di un centro visitatori nel quale è possibile conosce ed incuriosirsi per tutta la fauna del parco. Centri di interesse per soggiornare all’interno del Parco sono: Bisegna, San Sebastiano, Gioia Vecchio, Opi, Alfedena, Villetta Barrea e Barrea, Civitella Alfedena, Alfedena e Scontrone. In alcune località sono presenti delle aree faunistiche con annessi musei. E’ possibile scoprire gli animali che vivono nel parco nazionale come: il lupo e la lince (Civitella Alfedena), l’orso bruno (Villavallelonga) e varie specie di rapaci (Barrea). Il Parco Nazionale d’Abruzzo è una meta turistica adatta a tutte le stagioni ed a tutti i tipi di turismo. Nei mesi estivi è possibile, oltre che godere di una temperatura gradevolissima, organizzare escursioni a piedi, in mountain-bike o a cavallo, anche accompagnati da guide esperte. Nei mesi invernali invece, nei pressi di Pescasseroli, gli amanti dello sci potranno divertirsi su chilometri di piste perfettamente innevate pronte ad accoglierli. All’interno del territorio del Parco Nazionale d’Abruzzo, in ogni centro abitato, sono disponibili numerose proposte di soggiorno: hotels, bed and breakfast, appartamenti in affitto, residence. Le montagne del Parco Nazionale D’Abruzzo, di altezza compresa tra 900 e 2000 mt s.l.m., presentano un paesaggio vario ed interessante che può essere apprezzato per mezzo degli innumerevoli percorsi di trekking disponibili per tutte le esigenze. La zona centrale del Parco d’Abruzzo è percorsa dal fiume Sangro, al quale affluiscono vari torrenti; nella zona più esterna defluiscono, invece, le acque del fiume Giovenco, del Melfa, del Volturno e di altri fiumi. Le acque scorrono molte volte in letti sotterranei e formano risorgive a valle, alcune volte fuori del territorio dell’area protetta. All’interno del Parco Nazionale d’Abruzzo esistono due bacini lacustri: il lago artificiale di Barrea alimentato dal fiume Sangro ed il lago Vivo di origine naturale. Quest’ultimo è situato in una depressione di origine tettonica posta a circa 1.600 m s.l.m. Essendo alimentato in parte da sorgenti proprie ed in parte dallo scioglimento delle nevi, le sue dimensioni seguono andamenti stagionali. Il territorio del Parco Nazionale d’Abruzzo è stato in passato modellato da fenomeni di tipo carsico, oggi testimoniati dalla presenza di circhi glaciali nella parte alta delle vallate, rocce montonate lungo le valli, grotte, fenditure. Le rocce del Parco d’Abruzzo sono per la maggior parte di natura calcarea. Nella zona della Camosciara è presente la dolomia, un tipo di roccia che essendo impermeabile, permette all’acqua di scorrere in superficie dando luogo a pittoresche cascate e pozze d’acqua. Inutile sottolineare che l’aspetto culinario di questa zona ha la stessa rilevanza della zona stessa. Una vacanza al parco equivale ad un filino di pancia in più..ma ne vale la pena.